Come evidenziare le capacità e le difficoltà del bambino/ragazzo

La dott.ssa Mascia Giani ci fa conoscere la valutazione neuropsicologica in età evolutiva, come si svolge e soprattutto quando eseguirla. In questa breve intervista risponderà ad alcune domande che spesso le vengono poste.

Che cos’è una valutazione neuropsicologica in età evolutiva?

È un processo diagnostico che ha come obiettivo quello di evidenziare le capacità e le difficoltà del bambino/ragazzo attraverso l’utilizzo di test e colloqui clinici.

Come si svolge?

Una valutazione neuropsicologica accurata inizia con un colloquio anamnestico in cui il Neuropsicologo ascolta il motivo per cui si è giunti a fare la valutazione, raccoglie la storia clinica del bambino/ragazzo dalla gravidanza fino al momento attuale e approfondisce gli aspetti emotivi, comportamentali e relazionali del paziente con i coetanei e gli adulti. Sulla base del colloquio e dell’età del bambino/ragazzo il Neuropsicologo sceglie quali aree indagare ed approfondire. Le abilità indagate possono essere molte tra cui le capacità di ragionamento, di linguaggio, di memoria e di attenzione. Per esempio, nel caso si sospetti un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) sono valutate le abilità di lettura, scrittura e calcolo assieme alle capacità cognitive che le supportano. Il percorso diagnostico si conclude con una relazione scritta che sintetizza quanto emerso e fornisce le proposte d’intervento.

Quando eseguirla?

Le circostanze per cui può essere utile fare una valutazione neuropsicologica sono molte e di diversa natura. Per esempio è particolarmente indicata in tutte quelle situazioni in cui vi è un sospetto di ritardo nello sviluppo motorio e nell’acquisizione del linguaggio, oppure il bambino/ragazzo ha difficoltà a concentrarsi, le insegnanti riferiscono che non ascolta o che è poco attento, fatica a memorizzare le tabelline, non legge bene, fatica a comprendere ciò che legge o scrive.

https://www.logos.rovigo.it/chi-siamo/mascia-giani/

AUTORE


Psicologa – Formazione in Neuropsicologia